Ven. Dic 4th, 2020

Dottor FRANCHISING

fai la scelta giusta

Franchising Gratis: esiste davvero?

2 min read
franchising gratis

Il mito del franchising gratis ricorre spesso nella Rete, sia come parola chiave digitata nei motori di ricerca sia come argomento nei forum e nei blog tematici. Mi pare quindi un argomento che possa interessare un pò tutti. Come stanno realmente le cose?

Cominciamo a definire il termine GRATIS, tenendo sempre presente il vecchio detto che nessuno regala nulla.

Tale definizione è usata da alcuni franchisor, un’esigua minoranza, ed è da intendersi come affiliazione per la quale non venga richiesta una fee di ingresso, né un canone o altri esborsi apparenti in fase di avviamento. Uso il termine “apparenti” perchè in realtà bisognerebbe andare a fondo alla cosa, e chiarire chi paga le spese pubblicitarie, piuttosto che il materiale promozionale, l’assistenza, gli affiancamenti ecc.

Anche ammesso che tutto ciò sia effettivamente a carico del franchisor, e c’è da dubitarne, va da sé che il neo imprenditore debba comunque farsi carico di tutte le spese normalmente necessarie per avviare un’impresa: spese amministrative, locali, arredi, attrezzature, fidejussioni di garanzia e quant’altro. Ecco perchè il termine franchising gratis è comunque da interpretare adeguatamente.

Qual’è il guadagno del franchisor se non chiede ne fee di ingresso ne capitali di sorta? Normalmente, una percentuale sulla vendita del prodotto/servizio, definita “royalty”, da corrispondere in misura fissa (esempio, un tanto al mese, come fosse un affitto) o in base alle vendite effettivamente realizzate.

Inoltre, va chiarito che l’offerta del franchising gratis non è appannaggio di chiunque si presenti a bussare alla porta del franchisor, ma è generalmente destinata a chi già possieda un’attività e intenda per esempio implementare un corner (in pratica una zona ben specifica del locale) per offrire prodotti che abbiano una certa attinenza con quanto già viene venduto.

Tipico il caso dei negozi di abbigliamento, che potrebbero essere interessati a implementare un corner di vendita cravatte, oppure un erboristeria interessata a integrare un corner di prodotti dietetici.

Sfatiamo quindi il mito del franchising gratis. Come tutte le attività imprenditoriali, anche e soprattutto il franchising richiede un capitale iniziale da investire, piccolo o grande a seconda della tipologia e del brand. Occorre quindi piuttosto focalizzarsi su come reperire i finanziamenti necessari, magari a fondo perduto. Ma questo sarà oggetto di un prossimo articolo.

Grazie sin d’ora a chiunque vorrà commentare.

6 thoughts on “Franchising Gratis: esiste davvero?

  1. Se dovessi raccontare la mia storia, a proposito del FRANCHISING GRATIS, potrei scrivere un libro. Avevo un negozio di abbigliamento, ed ebbi la pessima idea di accettare un franchising “parziale” per la vendita di camicie, che in teoria non avrebbe dovuto costarmi nulla. Alla fine ho dovuto attivare una fidejussione a garanzia della merce, ho dovuto pagare la pubblicità (mai fatta), ho pagato depliant, formazione e chi più ne ha più ne metta.
    Per farla breve, aprite bene gli occhi, perchè come scritto nell’articolo, oro che luccica in giro c’è n’è davvero poco!

  2. Grazie per la tua testimonianza, Giusy. Se credi, mandami una mail in pvt fornendo maggiori dettagli. A presto

  3. Credo che molti franchisor ci marcino un pò, sul termine “gratis”. In pratica vuol dire che non ti chiedono una quota per entrare nel network, ma tutto il resto ce lo metti tu. In pratica è come avviare un’attività tradizionale, con la differenza che sei vincolato a vendere i prodotti di qualcuno, a non fare concorrenza e quant’altro. Ne vale la pena? Forse. Comunque, a mio parere, sono situazioni da valutare con ancor più attenzione di una normale affiliazione

    1. Concordo pienamente, Rinaldo. Ogni proposta di franchising deve essere valutata attentamente sotto ogni aspetto, personale, familiare, organizzativo, contrattuale e, naturalmente, finanziario.

  4. Gratis o no, credo che il presupposto di base resti pur sempre la serietà di chi ti propone l’affiliazione. L’importante è che sia tutto chiaro e trasparente sin dall’inizio, e che uno sappia esattamente cosa aspettarsi. Io sono contento della scelta che ho fatto, anche se naturalmente, come in tutte le cose, i problemi non mancano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivio

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: