Mar. Dic 1st, 2020

Dottor FRANCHISING

fai la scelta giusta

Aprire un Franchising: Ecco i Controlli da Fare

3 min read

Più volte ci siamo soffermati sui controlli necessari prima di aprire un negozio o comunque avviare un‘attività in franchising, qualunque essa sia.
Lo stesso corso Franchising Sicuro tratta approfonditamente questo aspetto, dedicando una parte importante circa i 10 controlli da fare prima di aprire un franchising.

Abbiamo detto di quanto sia importante fare una valutazione bidirezionale (se stessi e l’offerta franchising) piuttosto che unidirezionale (solo l’offerta franchising) come purtroppo fa la maggior parte delle persone.
Abbiamo parlato del contratto franchising, delle clausole contrattuali, di cosa occorre controllare, di cosa far aggiungere e far togliere dal contratto. Abbiamo visto quali sono gli errori comuni che vengono commessi, e come fare per evitarli.

Oggi vorrei approfondire uno degli aspetti più importanti, che molti affrontano in modo sbagliato: verificare quanto il franchising su cui si sono poggiati gli occhi funzioni veramente, quanti e quali problemi siano presenti, quanto renda davvero in termini economici ecc.

Lo strumento più adatto per fare tutti questi controlli è la visita presso chi già stia lavorando con quello specifico franchising.

Nulla di nuovo, penserete. Chi non fa questo genere di controlli prima di firmare un contratto?
Ebbene, un conto è fare i controlli, un altro e farli con strumenti e metodi che diano dei risultati facilmente e velocemente confrontabili. E questo vi garantisco lo fanno in pochi.

Per ovvie ragioni non possiamo vedere ogni singolo aspetto di tale tecnica, ma vediamone qualcuno, quelli dove generalmente si sbaglia più spesso.

  1. Il numero. Non basta visitare un paio di punti vendita. Una cifra significativa, come spiego nell’ebook LAVORARE IN FRANCHISING, è 5. Qualcuno mi ha fatto osservare che lo ritiene eccessivo. Vi garantisco che non è così.
  2. L’esperienza. E’ necessario poter parlare con chi il punto vendita lo gestisca da almeno 2 anni.
    Per i primi 12 mesi, almeno finchè il commercialista non presenta i bilanci, si tende ad avere una visione edulcorata della situazione. Non perdete tempo a intervistare persone che stiano gestendo il punto vendita da meno di due anni. E più l’anzianità sarà cospicua, più l’attendibilità della vostra inchiesta sarà attendibile.
    Come fare per sapere da quanto tempo il negozio è operativo? Basta chiederlo per telefono prima di andarci.
    E se la rete franchising è recente, operativa per esempio da meno di un anno? In questo caso sappiate che correte un rischio almeno 10 volte superiore. A voi la scelta di rischiare o di cercare altrove.
  3. Le domande. Sembra banale, ma dovrete imparare le tecniche adatte per inoltrare le vostre domande. E soprattutto dovrete imparare ad ascoltare, leggere ed interpretare non solo le risposte, ma anche quello che viene solo accennato oppure che viene del tutto tralasciato. Infatti, non è possibile escludere a priori che il franchisee che siete andato a trovare sia proprio uno di quelli che alcuni franchisor “addestrano” per “persuadere” i nuovi affiliati, o più semplicemente abbia interessi di svariata natura a raccontare una realtà distorta (anche solo per avere un nuovo collega nelle vicinanze per poter condividere l’avventura).

Insomma, una volta ancora, il franchising può essere una buona scelta di vita, ma a condizione che sia solo e sempre franchising sicuro.

6 thoughts on “Aprire un Franchising: Ecco i Controlli da Fare

  1. Buongiorno e complimenti per il blog! In effetti sembrano tanti 5 punti vendita da visitare ma se serve per avere qualche certezza in più direi che conviene farlo!

  2. Ad oggi ho contattato due futuri colleghi. In un caso ho avuto la sensazione che spingesse un pò troppo sull’accelleratore. Potrebbe avere interessi sulla mia affiliazione?

  3. Io credo che 5 p.v. da visitare siano un giusto numero, ma nel mio caso c’ è soltanto un p. v. di uno dei Franchising da me presi in considerazione. Che fare?

    1. Benvenuta Loredana
      se il franchising è appena stato avviato (qualche mese) potrebbe essere fisiologico il fatto che ci sia un solo franchisee. Tuttavia il tuo rischio sarebbe doppio: per l’unico franchisee, e per il poco tempo di attività dello stesso, insufficiente per farsi un’idea significativa del tutto.
      Se invece c’è un unico franchisee da più di un anno qualche problema supplementare me lo porrei. Valuta anche se l’unico franchisee è effettivamente un franchisee o non piuttosto un punto pilota (che il franchisor deve avere per legge). In questo caso saresti tu la prima.
      Insomma, se da una parte essere tra i primi potrebbe rappresentare un vantaggio per il fatto che tutte le cure sarebbero per te, dall’altra è un rischio molto elevato che va ponderato con gli strumenti adeguati. Ti consiglio vivamente di affidarti a un consulente e di fare una “radiografia” minuziosa della situazione. A presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivio

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: