Mag
6
2019

Profumerie alla Spina: Profumo di Business

Profumerie alla Spina. Belle, economiche e di tendenza.

profumerie alla spina

Author: Roberto Zaretti

Si sente sempre più spesso parlare di profumerie alla spina. Di cosa si tratta? Soprattutto, è un business redditizio?

Nelle profumerie alla spina si possono acquistare i profumi equivalenti, quei prodotti che hanno alla base fragranze ispirate alle sensazioni olfattive di brand famosi e, quindi, riconoscibili dai clienti.

L’equivalenza comporta la riduzione al minimo delle spese pubblicitarie, la scelta di packaging economici e l’assenza di spese legate ai marchi: tutte caratteristiche che li rendono convenienti sia in termini di prezzo che di qualità, perché l’equivalenza non presuppone un concetto di copia assoluta; al contrario, le composizioni di note olfattive sono realizzate in maniera originale e possono risultare più apprezzabili di quelle cui si può fare riferimento per poterle confrontare.

Alla base delle profumerie alla spina, che rientrano nella denominazione di “negozio leggero“, c’è un meccanismo molto semplice: il cliente deve solo utilizzare un contenitore vuoto, che può essere acquistato direttamente nell’esercizio commerciale e che può riutilizzare. Questa operazione può essere compiuta in maniera autonoma, con macchinari che permettono al consumatore di riempire il contenitore, oppure indicando le quantità al personale del negozio.

Le attività delle profumerie alla spina si prestano tanto all’apertura di un negozio tradizionale che in franchising.

In Italia vi sono diversi marchi che offrono interessanti progetti di franchising per affiliarsi e iniziare il business, offrendo il profumo perfetto per ogni esigenza e occasione. Naturalmente, come ogni franchising, attenzione a compiere i passi giusti, per evitare sorprese.

Se cerchi un Franchising Sicuro, di profumerie alla spina o altro, clicca QUI.

Vediamo ora quali sono i requisiti delle profumerie alla spina, in pratica cosa occorre fare per aprirne una.

Intanto occorre un locale con una superficie di circa 50 mq, ubicato presso le principali vie dello shopping, in città con bacini non inferiori a 50 mila abitanti, oppure in centri commerciali frequentati.

L’iter burocratico prevede:

  • Aprire una partita iva;
  • Iscriversi al registro delle Imprese della Camera di Commercio della propria provincia;
  • Inviare la SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività) al Comune in cui si opera;
  • Aprire le posizioni Inps e Inail.

Se l’attività è in franchising, sarà il franchisor a fornire tutte le indicazioni in dettaglio per operare correttamente.

Quanto costa aprire una profumeria alla spina?

Nel caso di un franchising la spesa media si attesta intorno a 25.000 / 30.000 Euro. Qualcosa meno per il fai da te, che implica però sapersi muovere in questo contesto, quindi avere già un minimo di esperienza nel settore profumiero.

Le profumerie alla spina, come peraltro tutti i negozi alla spina, coniugano business ed etica, e proprio quest’ultimo aspetto rappresenterà sempre di più in futuro una tendenza di mercato

Supportano, inoltre, il Made in Italy, altro settore in forte crescita di appeal.

Cosa ne pensi delle profumerie alla spina? Ne hai mai frequentata una? Come ti sei trovata/o? Commenta qui sotto.

Lascia un commento